Home arrow Tecnica arrow Accessori arrow Alzamoto per custom

Una VN delle nostre

Immagine20106.jpg

Uno di noi

Immagine2520153.jpg
Alzamoto per custom E-mail
Valutazione utente: / 62
ScarsoOttimo 
Spesso è necessario alzara la moto a terra. ma come? Spesso sarebbe utile poter sollevare la moto da terra, per poter effettuare lavori sulla moto, per lavarla più comodamente o semplicemente per tenerla sollevata durante un lungo periodo di inutilizzo (così da evitare il danneggiamento dei pneumatici).

Per fare questo ci sono sul commerci appositi attrezzi alzamoto.

Ovviamente le moto custom, per dimensioni, peso, scarsa altezza da terra, hanno alzamoto completamente diversi rispetto a quelli che vengono comunemente usati su moto sportive e simili.

Vari sono i modelli che si trovano sul mercato, completamente meccanici e/o con un pistone idraulico e, ad esclusione di prodotti molto economici e di cattiva qualità, tutti sono validi e si aggirano su un prezzo che varia dai 40€-90€ dei vari modelli aftermarket alle centinaia di euro per i modelli originali (128,90€ originale Kawasaki per VN900):

 

foto originale Kawasaki:

 

Alzamoto Kawasaki


foto di un paio di aftermarket:

 

  

 

 

 

 

 

 

DOMANDE COMUNI:

 

 

La moto sull’alzamoto è stabile? C’è pericolo che cada?


Se fissata bene e se non si fanno operazioni non adatte, la moto non cade!

Al momento di metterla su, verificate sempre molto attentamente che la moto poggi su tutte e due le barre gommate in modo uniforme, e che queste sporgano in misura più o meno uguale da entrambe le parti, all'inizio è un po' macchinoso da fare, poi si prendono i riferimenti e si fa abbastanza velocemente.

L'ideale è farlo con un rialzo sotto il cavalletto laterale in modo che la moto sia quasi dritta, si porta sotto il carrello (dalla destra, può sembrare ovvio ma non si sa mai, da sinistra c'è il cavalletto...), lo si allinea longitudinalmente, si pompa un po' per farlo avvicinare al telaio e quando lo sta sfiorando si sposta per centrarlo trasversalmente (rispetto alla moto) se c'è bisogno e si solleva il mezzo. Okkio che difficilmente la moto sul carrello sarà equilibrata al 100%, per cui quando cominciate ad alzare potreste vedere una ruota che si solleva prima dell'altra e avere l'impressione che cada giù in avanti o indietro, semplicemente pompate piano finchè si sollevano entrambe le ruote (ovvio che se la moto "penzola" troppo vuol dire che il carrello non è messo bene!) e prima di continuare a sollevare verificate che tirando un po' le ruote verso il basso la moto opponga una certa resistenza, se si sposta con un dito potrebbe essere troppo in bilico.

Alcuni (quasi tutti) i modelli idraulici hanno uno o due blocchi meccanici ad una certa altezza, è buona regola evitare di tenere la moto sospesa solo attraverso la forza del pistone idraulico!

 Inserito il blocco meccanico aprite leggermente la levetta di scarico perchè tutto l'insieme poggi definitivamente sul blocco.
Tutta l'operazione va eseguita tenendo bene la moto per il manubrio dritto e, finchè non ha l'anteriore sollevato, con il freno tirato.
Per farla scendere, verificate che il cavalletto laterale sia giù, afferrate il manubrio, tenetelo dritto e col freno premuto, muovete MOLTO LENTAMENTE la levetta di scarico del pistone (la moto pesa e se aprite troppo piomba giù pericolosamente) finchè entrambe le ruote poggiano per terra, a questo punto potete aprire del tutto lo scarico per far scendere il carrello, poggiate la moto sul cavalletto e sfilate il carrello.
Qualsiasi operazione sulla moto in sospensione va fatto con molta cautela, il carrello non è adatto per operazioni che richiedano una certa forza (allentare o stringere bulloni molto serrati, ecc.).

 Se la coppa dell'olio sporge di sotto il telaio?

Alcuni modelli di moto, hanno la coppa dell’olio sporgente verso il basso, in questo caso se la coppa rientra nel buco che c’è tra le zanche, non vi è nessun problema (sempre se l’equilibrio è garantito), altrimenti è sufficiente procurarsi due assi di legno dalla sezione quadrata, di adeguata dimensione. Il telaio appoggerà sul legno ed esso sull’alzamoto.

Alcuni alzamoto hanno dei fori sulle zanche, è possibile imbullonare queste assi direttamente all’alzamoto, cosi di facilità il posizionamento ed il movimento.

 

L’alzamoto non passa, o passa molto difficilmente sotto la moto. Come posso fare?

Se l’alzamoto non passa sotto la moto bisogna verificare che il prodotto acquistato vada bene!Controllare, spingendo verso il basso col pistone “libero”, che il pistone sia rientrato tutto, delle volte quando non c’è peso e verso fine corsa tende a non aver la forza necessaria per scendere del tutto. Se l’alzamoto è decisamente troppo alto, è consigliabile valutarne la sostituzione con uno più adeguato, se invece è solo questione di pochi centimetri, è possibile salire con la moto su de assi di legno, cosi da sollevarla di poco. Non esagerare con l’altezza delle assi altrimenti il cavalletto rischia di essere troppo instabile.


 

 

 

 

Google Translation

Mi piace!

Chi c'├Ę online

Abbiamo 8 visitatori e 7 utenti online
© 2019 Vulcan Riders and Owners Club<br>il motoclub dedicato alle Kawasaki custom
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
Privacy Policy